Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 
03.09.2020

Un futuro per le ragazze madri

Offrire la speranza e l’opportunità di un futuro migliore alle giovani in condizioni di particolare vulnerabilità è l’obiettivo ultimo di un progetto promosso dal GMM “Un pozzo per la vita” a Natitingou (Nord Benin) che viene realizzato anche con un contributo della Regione Trentino Alto Adige.
L’intervento si rivolge in particolare alle ragazze madri ed alle giovani fuggite da un matrimonio forzato, pratica ancora molto diffusa in diverse regioni africane. Molte di esse, segnala la Caritas diocesana di Natitingou, allontanate dalla famiglia, vivono una condizione di emarginazione e spesso sono vittime di sfruttamento o di violenza.
Il progetto dell’organizzazione di volontariato meranese fondata da Alpidio Balbo e della Caritas di Natitingou mira a dare ad esse una possibilità di reinserimento sociale attraverso un corso triennale di formazione in alta sartoria.
A questo scopo, sarà ristrutturato il Centro di formazione professionale e di reinserimento sociale "Nestor Assogba" di Natitingou, un centro aperto 30 anni fa che, però, ha dovuto via via ridurre la propria attività fino alla chiusura nel 2015, quando le attrezzature ormai obsolete non erano più riparabili e l’edificio bisognoso di importanti lavori di manutenzione e adeguamento.
Dopo la ristrutturazione e l’arredamento con tutte le attrezzature necessarie per l’allestimento di due atelier, uno di sartoria per donna, l’altro di sartoria per uomo, il centro potrà ospitare fino a 24 allieve. Il progetto prevede un’ampia ristrutturazione dell’attuale edificio, compresa la realizzazione dei servizi igienici, attualmente non presenti, e l’acquisto di tutte le attrezzature di base. Il costo del progetto è di quasi 99.000 euro. La Regione Trentino Alto Adige ha assegnato a questo progetto un contributo di 60.000 euro ed il GMM conta sul sostegno dei propri benefattori per poter completare, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia che ha colpito anche il Benin, il finanziamento dell’opera.

Nella foto: ragazze in una scuola di sartoria in Benin
Un futuro per le ragazze madri
 Vai alla lista 
 
 



 
 
Il 5 per mille
al Gruppo Missionario Merano
codice fiscale: 91014610215
Come donare
Ogni aiuto al Gruppo Missionario Merano è prezioso, anche il più piccolo. Per le offerte, deducibili dalla dichiarazione dei redditi, è a disposizione il conto corrente postale 15004393.
Contatti
Gruppo Missionario Merano
via Foscolo, 1
39012 Merano - Italia
Tel. 0473 446400
Fax 0473 446400
E-Mail:

 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing