Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 
09.12.2008

Costituzione italiana e diritti umani

“Da sudditi a cittadini”. È il titolo di un progetto didattico dedicato alla Costituzione italiana in occasione del sessantesimo anniversario della sua entrata in vigore. Un percorso offerto ai ragazzi dell’Istituto superiore “La Rosa Bianca” di Cavalese (TN), conclusosi lo scorso novembre con uno spettacolo scritto e interpretato dagli stessi studenti (classi 3C e 3F del Liceo delle Scienze sociali). Anima di tutto ciò il prof. Francesco Pugliese, da sempre impegnato nella promozione di pace e giustizia. Ultimo atto del progetto la pubblicazione di un volumetto che raccoglie il copione dello spettacolo teatrale, il testo della Costituzione e altri stimoli.

Ma la cosa non finisce qui. La Costituzione italiana, all’articolo 2, afferma di riconoscere e garantire i “diritti inviolabili dell’uomo”. La Repubblica chiede ai suoi cittadini “l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”. Un principio che i ragazzi dell’Istituto di Cavalese intendono tradurre in pratica. Col ricavato dalla distribuzione del libro raccoglieranno offerte che poi serviranno (attraverso il GM Merano – progetto “Un pozzo per la vita”) a realizzare un pozzo per l’acqua potabile in un villaggio dell’Africa occidentale. Già durante lo scorso anno scolastico i giovani si erano impegnati, distribuendo la guida del “Museo di nonno Gustavo” di Bellamonte, in un’iniziativa analoga. Il ricavato (quasi seimila euro) era stato consegnato nelle mani di Alpidio Balbo, fondatore del GMM. Attualmente il pozzo è in fase di realizzazione nel villaggio di Rimkilga, nella regione del Centro-Nord del Burkina Faso. In tal modo le parole sui diritti umani diventano realtà, poiché un pozzo significa concretamente diritto all’acqua, alla salute, alla vita.

Costituzione italiana e diritti umani
 Vai alla lista 
 
 



 
 
Il 5 per mille
al Gruppo Missionario Merano
codice fiscale: 91014610215
Come donare
Ogni aiuto al Gruppo Missionario Merano è prezioso, anche il più piccolo. Per le offerte, deducibili dalla dichiarazione dei redditi, è a disposizione il conto corrente postale 15004393.
Contatti
Gruppo Missionario Merano
via Foscolo, 1
39012 Merano - Italia
Tel. 0473 446400
Fax 0473 446400
E-Mail:
www.gruppomissionariomerano.it
 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing