Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 
 
02.03.2007

Anniversario per il card. Gantin

Liturgia di ringraziamento per il 50° anniversario di episcopato del cardinale Bernardin Gantin, Decano emerito del Collegio Cardinalizio: il primo africano chiamato dal Papa ad un posto di rilievo nella Curia Romana.

Ouidah. Cinquant’anni fa, il 3 febbraio 1957, veniva consacrato Vescovo Mons. Bernardin Gantin, che l’11 dicembre 1956 era stato nominato Ausiliare dell’Arcidiocesi di Cotonou (Benin). Per ricordare questo significativo anniversario, sabato 3 febbraio si troveranno a Ouidah, in Benin, dove il Card. Gantin risiede dal 2002, Cardinali, Arcivescovi, Vescovi, religiosi e religiose, fedeli che hanno avuto modo di conoscerlo nel suo lungo servizio alla Chiesa locale ed a quella universale, essendo stato il primo Vescovo africano ad assumere incarichi di responsabilità nella Curia Romana: nella Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, nei Pontifici Consigli Giustizia e Pace e Cor Unum, nella Congregazione per i Vescovi, nella Pontificia Commissione per l’America Latina, nel Collegio Cardinalizio di cui è stato Decano.
Alla celebrazione giubilare del 3 febbraio parteciperanno tra gli altri il Card. Ivan Dias, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli; il Card. Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi; il Card. Renato R. Martino, Presidente del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, i Cardinali africani, una cinquantina tra Arcivescovi e Vescovi, i membri del Consiglio permanente della CERAO che tengono la loro riunione a Cotonou per partecipare alla liturgia giubilare.
In una intervista rilasciata all’Agenzia Fides il 23 febbraio 2001, il Card. Gantin si soffermò sulla sua esperienza a Roma e sul tema della missione con queste parole: “Il senso della nostra missione e della nostra vocazione è Gesù Cristo. Io da solo non sarei nulla. Sono stato chiamato a Roma 30 anni fa. Quando il Papa parla è Cristo stesso che parla. I missionari, che sono in casa nostra da più di 100 anni, hanno detto il loro “sì” venendo da paesi diversi. Provenendo da Chiese diverse, hanno detto “sì” al Papa e a Cristo per portarci il Vangelo. La prima volta che il Papa si rivolgeva ad un africano perché diventasse missionario a Roma, poteva forse ricevere un rifiuto? Ho accettato per rendere un servizio e per obbedienza al Papa e a Cristo. Ho detto sì sull’esempio dei primi missionari che hanno accettato di venire da noi per evangelizzarci. Non sono cardinale per vantarmene, per l’orgoglio di un paese! Siamo entrati nell’universalità, nella cattolicità della Chiesa: è la cosa più importante di tutte.”
Nel commento all’Intenzione Missionaria del novembre 2004 sul tema della santità, pubblicato dall’Agenzia Fides il 28/10/2004, il Card. Gantin affermava tra l’altro: “Senza dubbio l’ambizione principale di un cristiano non è certo quella di essere un giorno beatificato o canonizzato, ma quella di essere un “fedele”, un autentico uomo di fede secondo Cristo, di rendere presente e testimoniare Cristo in tutti gli aspetti e ambienti della sua vita terrena. Questo è un obbligo inevitabile per il cristiano “incaricato della missione”, vale a dire per colui il quale ha espressamente ricevuto il mandato di annunciare il Vangelo. Non può dimenticare che la sua vita non può portare frutti se, come un ramo attaccato all’albero, non resta strettamente legata a Cristo.”

Cenni biografici - Il Cardinale Bernardin Gantin è nato a Toffo, Arcidiocesi di Cotonou (Benin), l’8 maggio 1922. Nel 1936, terminati gli studi inferiori, è entrato in seminario a Ouidah. E’ stato ordinato sacerdote il 14 gennaio 1951 a Lomé, in Togo. Per tre anni è stato insegnante di lingue presso il seminario diocesano, dedicandosi nello stesso tempo intensamente all’attività pastorale. Nel 1953 venne a Roma per gli studi presso l’Università Urbaniana e l’Università Lateranense, ottenendo la Licenzia in Teologia e in Diritto Canonico. L’11 dicembre 1956 è stato eletto alla Chiesa titolare di Tipasa di Mauritania e nominato Ausiliare dell’Arcivescovo di Cotonou. Consacrato vescovo a Roma il 3 febbraio 1957, venne promosso dal Beato Giovanni XXIII Arcivescovo di Cotonou il 5 gennaio 1960. Qui si è dedicato all’evangelizzazione ed all’animazione pastorale senza risparmio di energie: ha promosso l’istituzione di scuole, ha dato slancio e vigore all’attività dei catechisti e delle suore autoctone, si è dedicato alle cura delle vocazioni sacerdotali. Papa Paolo VI lo nomina Segretario aggiunto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (5 marzo 1971), della quale diventa poi Segretario (26 febbraio 1973). Il 20 dicembre 1975 è nominato Vice-Presidente della Pontificia Commissione Giustizia e Pace, di cui poi diviene Pro-Presidente (16 dicembre 1976) e Presidente (29 giugno 1977). Paolo VI lo crea Cardinale nel Concistoro del 27 giugno 1977. Nel dicembre 1975 è nominato anche Vice-Presidente del Pontificio Consiglio Cor Unum, di cui Papa Giovanni Paolo I lo nomina Presidente il 4 settembre 1978. L’8 aprile 1984 viene nominato da Papa Giovanni Paolo II Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina, incarichi mantenuti per più di quattordici anni, fino al 25 giugno 1998. Dal 5 giugno 1993 è stato Decano del Collegio Cardinalizio. Il 30 novembre 2002 il Santo Padre Giovanni Paolo II accolse la sua richiesta di tornare in Patria, nel Benin, dopo più di trent’anni trascorsi nell’Urbe al servizio della Santa Sede. (S.L.) (Agenzia Fides)

 

Anniversario per il card. Gantin
 Vai alla lista 
 
 



 
 
Il 5 per mille
al Gruppo Missionario Merano
codice fiscale: 91014610215
Come donare
Ogni aiuto al Gruppo Missionario Merano è prezioso, anche il più piccolo. Per le offerte, deducibili dalla dichiarazione dei redditi, è a disposizione il conto corrente postale 15004393.
Contatti
Gruppo Missionario Merano
via Foscolo, 1
39012 Merano - Italia
Tel. 0473 446400
Fax 0473 446400
E-Mail:
www.gruppomissionariomerano.it
 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing